Energy Plant Manager

Se ti interessa il mondo dell’energia elettrica, dalla sua produzione alla fornitura, le soluzioni di  risparmio e efficientamento con particolare interesse nei confronti dell’impatto ambientale, allora l’Energy Plant Manager è il corso adatto a te!

Loading...

Chi è l’Energy Plant Manager?

Il tecnico superiore per l’approvvigionamento energetico e la costruzione di impianti (Energy Plant Manager) opera nell’approvvigionamento dell’energia, in particolare da fonte rinnovabile, e nelle varie fasi di costruzione di impianti per la produzione e la distribuzione dell’energia. In tale contesto, si occupa della progettazione degli impianti seguendone l’installazione l’iter autorizzativo e le verifiche a carattere generale. Svolge attività di supporto nei diversi processi di produzione dell’energia (da fonti rinnovabili e non), nonché nell’utilizzo delle diverse tecnologie e dei materiali idonei. Effettua la valutazione energetica di impianti civili. Nella realizzazione di tutte le sue attività professionali, controlla l’applicazione della legislazione e delle normative tecniche comunitarie, nazionali, regionali.

  • Il corso ha la durata 1800 ore in due annualità con stage di 600 ore.

  • Il corso è rivolto a disoccupati e occupati maggiori di 18 anni in possesso di un diploma di scuola superiore.

  • Il corso è gratuito.

  • Il corso avrà inizio a ottobre 2018 (previa conferma di finanziamento da parte della Regione Piemonte)

Primo semestre
  • FASE TRASVERSALE (136 ore): Accoglienza, Sostenibilità ambientale, Pari opportunità e non discriminazione, Inglese tecnico e business english, Comportamento Organizzativo, Sicurezza e salute dei lavoratori
  • FASE PROFESSIONALE PROPEDEUTICA (314 ore): Sistemi integrati qualita’-sicurezza-ambiente, Termodinamica e Trasmissione del calore, Elementi di elettrotecnica ed elettronica, Tecnologia dei materiali da costruzione, Informatica applicata alla gestione dei progetti, Matematica applicata, Statistica e analisi dei dati, Elementi di fisica tecnica, Elementi di meccanica strutturale e delle macchine, Elementi di chimica, Gestione aziendale e organizzazione d’impresa.
Secondo semestre
  • FASE PROFESSIONALE (450 ore): Analisi e valutazione delle prestazioni energetiche, Ricerca di soluzioni di efficientamento energetico, Normativa in campo energetico e procedure per l’accesso ai finanziamenti, Approvvigionamento energetico attraverso F.E.R. e fonti convenzionali, Costruzione di impianti e sistemi integrati utilizzanti F.E.R,  Analisi di fattibilità e calcolo costi, Utilizzo di sistemi CAD e di SW dedicati, Valutazione e riduzione degli impatti ambientali.
Terzo semestre
  • FASE PROFESSIONALE (280 ore): Gestione dell’esercizio e Manutenzione e degli impianti energetici, Sicurezza cantieri e normativa antincendio, Utilizzo di sistemi CAD e di SW dedicati, Costruzione di impianti e sistemi integrati utilizzanti F.E.R, Approvvigionamento energetico attraverso F.E.R e fonti convenzionali.

Il Tecnico Superiore potrà avere accesso alle seguenti professioni tecniche:

  • CERTIFICATORE ENERGETICO (comma 49 dell’articolo unico, L. 107/2015)
    Il Diploma di Tecnico Superiore relativo all’area efficienza energetica compare fra i titoli richiesti ai tecnici abilitati per le attività di certificazione energetica degli edifici.
    Se anche iscritto all’Albo professionale, il diplomato ITS può accedere alla professione senza necessità di frequentare il corso di formazione ai sensi del D.P.R. 75/2013 – entro i limiti della propria abilitazione professionale derivante dall’iscrizione all’Albo.
  • RESPONSABILE TECNICO DI IMPRESE ABILITATE ALL’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI (comma 50 dell’articolo unico, L. 107/2015)
    Il Diploma di Tecnico Superiore relativo all’area efficienza energetica è inserito fra i requisiti professionali richiesti – in alternativa – al Responsabile tecnico delle imprese abilitate alle attività di installazione degli impianti posti al servizio degli edifici.

Il Corso si concluderà con lo svolgimento di un esame finale le cui prove sono stabilite da normativa statale con rilascio del DIPLOMA di TECNICO SUPERIORE da parte del MIUR.

Per il conseguimento del titolo è necessaria una frequenza pari all’80% dell’attività formativa proposta.
Il Diploma risponde al V livello EQF (Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente).

Sono ammessi candidati occupati, inoccupati o disoccupati, in età lavorativa, in possesso di diploma di scuola media superiore quinquennale rilasciato dal Ministero della Pubblica Istruzione e i possessori di titolo di studio straniero equipollente.

Prova selettiva composta da:

  1. Prova scritta con domande chiuse a risposta multipla finalizzata all’accertamento del possesso della conoscenza della lingua inglese a livello base.
  2. Prova scritta con domande chiuse a risposta multipla finalizzata all’accertamento del possesso di una discreta cultura generale, scientifica e tecnica, articolata su tre macro aree di indagine: capacità verbali, capacità numeriche, e capacità logiche.
  3. Prova mirata ad accertare le competenze informatiche di base sull’uso del PC, la gestione di file e cartelle, il trattamento dei testi e il foglio di calcolo a livello base utilizzando un test a risposte multiple e/o una prova pratica.
  4. Colloquio

In caso di possesso di certificati che attestino la conoscenza intermedia di una lingua (Certificati riconosciuti) o il conseguimento dei quattro moduli della patente europea di computer (Uso del computer e gestione dei file ‐ Elaborazione testi ‐ Foglio elettronico ‐ Reti informatiche), non sono da sostenere le prove di lingua e informatica.
Per i soggetti in possesso di un diploma di laurea sarà esaminato il percorso accademico, in funzione del riconoscimento di eventuali crediti correlati alle singole unità formative.
Saranno valutati esperienze coerenti al profilo professionale del corso, la tipologia di titolo di studio posseduo e la votazione finale.
Alla fine delle prove la commissione esprimerà una valutazione in centesimi e compilerà una graduatoria dei partecipanti, da pubblicizzarsi prima dell’inizio dell’attività corsuale. Il punteggio minimo previsto per l’ammissione al corso è di 60/100. Il numero massimo di partecipanti è di 30.

Le lezioni si svolgeranno prevalentemente presso la sede di Torino

BROCHURE DEL CORSO
ISCRIVITI